Narcisismo istrionico e disturbo antisociale di personalità

Da qualche tempo è sorta alla ribalta una tematica che ne abbraccia altre, quella del narcisismo che sfora livelli alti. Questa tendenza è strettamente connessa alla società che tutti viviamo ma raramente viene osservata da tale prospettiva sociale.

Il disturbo narcisistico di personalità

Il narcisismo nella storia delle società umane compare solo ad un certo punto, riguarda l’ego e la sua costruzione e l’ego è un falso se, è un se sociale non un se del sentire, quindi il cosiddetto disturbo narcisistico della personalità ha a che fare con questo se sociale e si basa sulla tendenza a reagire in maniera difensiva quando si sente aggredito sull’onore, l’onore anche è un costrutto sociale di specifiche società.

Molte reazioni di chi sviluppa una tendenza sociale narcisistica prevedono l’adozione di specifici comportamenti quali:

La superbia

L’arroganza

Il disprezzo

che vengono rivolti alle persone attribuendo a queste ultime tutte le colpe del sentire del narcisista è il meccanismo della proiezione di chi non guarda in se stesso.

Narcisismo e ammirazione

Altro aspetto rilevante anche del cosiddetto narcisismo istrionico, è quello della richiesta continua e perenne di ammirazione collettiva, tale richiesta viene fatta dal soggetto narcisista e viene recepita dallo stesso come un suo diritto inalienabile.

L’appellativo di “antisociale” è dovuto anche a tale tendenza, e questa è un tendenza che le tac al cervello svolte su questi soggetti hanno confermato come un attivazione dell’area responsabile del piacere, ovvero quando un narcisista fa del male emotivo, fisico o di ritorsione psicologica ad un altra persona ne gode, lo studio è americano ed è stato riportato qui.

Si tratta di un assenza totale di sensibilità nei riguardi del prossimo, l’empatia è argomento sconosciuto a chi sviluppa sulla base del sistema sociale che premia su una scala verticale i soggetti (anche questo è narcisismo) il disturbo narcisistico che è connesso a come la stessa società che tutti vivono si sviluppa.

Chi non riesce a recepire l’altro non si cura neanche del suo dolore e anzi quel dolore va a fortificare la tendenza da loro difesa e non sviscerata, è una forma di masochismo estrema questa, infatti molti soggetti narcisisti sviluppano attitudini sessuali rientranti nelle parafilie e per giunta continuano a pretendere ammirazione in tutto ciò e quando non la ottengono il loro sadismo diventa sprezzante e il comportamento si fa furioso. Sono schiavi di un immagine sociale di loro stessi ma questo non ne giustifica le azioni.

Su diversi siti e in molti studi psicologici ci si chiede se le persone narcisiste o con tale disturbo sociale di personalità, si rendano conto del male che fanno, alcune persone che incontrano questi soggetti nella loro vita, soggetti che generalmente spiccano nella scala sociale e questo anche la dice lunga sulla legittimazione che la stessa società gli fornisce, si chiedono appunto se siano inconsapevoli del male che fanno.
La risposta è che sono perfettamente consapevoli del male che esercitano e anzi questo li eccita come detto.

Sfruttamento, sottomissione e manipolazione


I “frutti” del comportamento narcisistico visto che sono totalmente insensibili alle persone che non siano loro stessi, sfociano nella manipolazione, nell’asservimento e nella totale distruzione delle personalità altrui perché se l’ego è un falso se, la personalità invece può derivare anche dal sentire, etimologicamente sentire deriva da sentimento, cosa che i narcisisti non hanno, per cui devono distruggerlo nelle altre persone così da poterle dominare totalmente, e solo allora, ovvero quando l’altra persona non sarà più lei ma diventerà un estensione del narcisista stesso allora la accetteranno, perché accettano solo loro stessi e la loro idea di superiorità assoluta.

Come apprendere dal narcisista

In questo paragrafo si parlerà di come apprendere da soggetti che non solo non sanno amare, ma che socialmente parlando sono totalmente distruttivi verso chiunque non sia se stesso ma anche (e questo non è poi così paradossale) verso se stessi.

Queste persone hanno un immagine grandiosa di se, come fossero un dio a cui nessuno può fare critiche perché sono loro a poter giudicare chiunque e non sentono di avere alcuna responsabilità nei riguardi della collettività. Tipica quest’ultima di chi conosce ed esplora, di chi si fa domande, di chi interagisce in modo sano con gli altri.

Ma si può apprendere, si apprende da tutto e da tutti quindi la lezione del narcisista è su ciò che non si dovrà mai essere o aspirare ad essere.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.