Come la paura ostacola la tua vita

La paura è una sensazione che può generare differenti reazioni, tre su tutte:

  • Fuga
  • Paralisi
  • Lotta

Quando si leggono notizie di cronaca nelle quali le persone che subiscono attacchi e hanno paura si paralizzano, e poi si leggono giudizi nei quali vengono accusate le persone che non si sono ribellate, semplicemente chi sostiene questi ultimi giudizi non conosce una verità scientifica acclarata, quella appunto delle tre possibili reazioni confermate da studi svolti in anni e anni.

Il maggiore nemico dell’uomo è la paura, che appare sotto forme così diverse come la vergogna, la gelosia, la collera, l’insolenza, l’arroganza…
Qual è la causa della paura?
La mancanza di fiducia in se stessi.
Svami Prajnanapada

paura

Qualche informazione sulla chimica e la paura

Ci sono sostanzialmente due ormoni responsabili della paura che lo ricordiamo è un emozione, questi due ormoni sono:

  • adrenalina
  • cortisolo

Tutti e due questi ormoni vengono prodotti dalle ghiandole surrenali, che si collocano vicino ai reni. Le molecole mandano un segnale in conseguenza di questo il corpo reagisce nelle tre modalità sopra esposte.

Inoltre il cuore inizia a battere con maggiore frequenza, i polmoni si espandono per garantire un maggior apporto di ossigeno al flusso sanguigno, le arterie si vanno a restringere per aumentare la pressione sanguigna.

In pratica il corpo attraverso questi input segnala di dover in qualche modo affrontare un pericolo, ma i meccanismi sociali non sono quelli biologici, quelli sociali possono sfruttare quelli biologici ma i due non sono sovrapponibili.

Aver paura è una cosa. Lasciare che la paura ti afferri per la coda e ti faccia girare come una trottola è un’altra.
Katherine Paterson

Le molecole da sole non potrebbero generare tali sensazioni, per riuscirci hanno bisogno e si “legano” ai recettori.

L’adrenalina assieme al cortisolo sono come due chiavi che, fluendo nel sangue, cercano il punto da attivare o arrestare.

paura

Come affrontarla

È facile ignorare le nostre paure e sperare che se ne andranno. Sfortunatamente, raramente ciò avviene.Cosa si intende per benessere? quando si parla di paura? lo vediamo a seguire.

Se non si affrontano le paure, queste finiranno per controllarti. Il modo più comune per affrontare le tue paure è attraverso l’esposizione, in cui esaminarle gradualmente. Con il giusto modo di pensare le paure assumono un altra connotazione e forma.

Una delle prime cose da fare è quella di rendersi conto che non si è da soli. Tantissime sono le persone che hanno paura di cose che somigliano alle tue stesse paure.

Vergognarsi o sentirsi imbarazzati a causa della paura non ti aiuterà a superarla, ma riconoscere che questo stato rappresenta una normale emozione umana può aiutarti a trovare la forza per affrontare la tua paura.

Un altra buona pratica è quella di comprendere quali siano le paure di tipo razionale, e quali invece siano quelle di tipo irrazionale.

In alcune situazioni, è perfettamente naturale provare un certo grado di timore. Una sana risposta alla paura è un vantaggio evolutivo che ha permesso agli umani di sopravvivere in un mondo ostile per migliaia di anni.

Tuttavia, altri timori sono più irrazionali, e sono queste paure che possono causare più difficoltà e angoscia.

Portiamo un esempio banale.

Ami fare escursionismo e trovarti a contatto con la natura, ad un certo punto ritrovi davanti a te un cinghiale, in quel frangente le molecole si attivano e segnalano un imminente potenziale pericolo (non è detto che lo sia, ma può anche diventarlo) al tuo corpo, in questo caso è naturale provare paura.

Un terzo approccio è quello dello specchio, ovvero, occorre osservare il pensiero che scatena la paura. Occorre che ricordi che la tua paura è solo un modo di pensare non è la totalità della tua vita un modo lo si può gestire e direzionare.

Si tratta di approcciarsi al tuo personale dialogo interno ed al modo in cui pensi ad una situazione, infatti questo modo può cambiare il meccanismo attraverso il quale risponderai alle tue paure.

Le storia che la mente costruisce
La mente può essere uno strumento eccezionale oppure al suo opposto diventare un blocco e in tal senso si può ammalare narrandosi storie che non sono salutari.

La paura si collega spesso a storie che totalizzano l’attenzione cosciente, occorre cambiare narrazione quindi.

Volete conoscere un modo per cambiarle? È semplice!

Basta passare dallo scenario o dalla peggiore narrazione, a quella migliore, si tratta di un cambiamento portentoso per allentare la morsa delle paure.

La paura innesca anche altre problematiche, una di esse è una visione catastrofista di tutto ciò che si vive. Sappiamo che se si ha paura appare naturale chiedere protezione, per poi scoprire che la protezione stessa è un concetto, ben diverso dalla comprensione e dal discernimento.

Molte persone diventano catastrofiste a causa della paura, e la storia mentale così prosegue generando malessere, per fermarla cambiate punto di osservazione, narrarsi un altra storia è anche un po questo in fin dei conti.

Mentre le paure irrazionali sono illogiche, puoi aiutarti a combattere la tendenza ad essere catastrofista apprendendo alcuni fatti reali su ciò di cui hai paura, anche questo è un modo valido per affrontare il problema.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.